Scarica il nostro regolamento in pdf

REGOLAMENTO

Art. 1

I nuovi Soci sono ammessi dal Consiglio Direttivo su proposta di 2 Soci Ordinari.

Art. 2

I Soci Onorari e quelli Corrispondenti, scelti su proposta motivata del Consiglio Direttivo, fra i Cultori della Chirurgia sia italiana che estera, vengono eletti dall’Assemblea. Essi non sono tenuti ad alcun contributo finanziario.

Art. 3

La quota sociale è di euro 25 annue; per gli under 30 e per gli specialisti di area non chirurgica è di euro 15 annue. Il mancato pagamento delle quote per due anni consecutivi porta alla cancellazione dall’elenco dei Soci.

Art. 4

Il Consiglio Direttivo è eletto dall’Assemblea generale nell’ultima seduta dell’anno sociale a maggioranza dei presenti. Le votazioni sono fatte a scrutino segreto.

Art. 5

La Presidenza indice le riunioni del Consiglio Direttivo, ne formula gli ordini del giorno e nella persona del Presidente o di uno dei Vice-Presidenti, presiede alle discussioni. I componenti del Consiglio Direttivo sono tenuti a partecipare attivamente alle riunioni indette dal Presidente. L’ assenza a due riunioni annuali non validamente motivata comporta la decadenza del mandato.

Art. 6

La Presidenza, qualora lo ritenga opportuno, potrà richiedere l’opinione dei Soci Ordinari su determinate questioni per mezzo di referendum. La maggioranza delle risposte pervenute nei termini fissate ha valore determinante.

Art. 7

Le riunioni si dividono in scientifiche ed amministrative. Le prime sono valide con una convocazione, qualunque sia il numero dei presenti; per le seconde in prima convocazione è necessaria la presenza della metà dei Soci più uno, mentre in seconda convocazione, che può avere luogo anche un ora dopo della prima, sono valide qualunque sia il numero dei presenti.

Art. 8

Alla fine dell’anno sociale il Consiglio Direttivo è tenuto a presentare la relazione morale ed il bilancio consuntivo.

Art. 9

Per la revisione del bilancio, su proposta del Presidente, l’assemblea nominerà due Sindaci scelti tra i Soci presenti.

Art. 10

Per lo studio di speciali questioni il Consiglio Direttivo di propria iniziativa o su proposta dell’assemblea, potrà nominare apposite commissioni che dovranno poi riferire all’assemblea le loro conclusioni. Inoltre il Consiglio Direttivo potrà invitare studiosi di chiara fama a tenere lezioni e conferenze.

Art. 11

Qualora siano banditi concorsi a premi, l’argomento di essi (a meno che trattasi di donazioni, il cui tema sia stato designato dal donatore) verrà stabilito dall’assemblea, come pure verranno nominate da questa ultima le commissioni giudicatrici.

Art. 12

Ogni Socio ha diritto di comunicare su argomenti di sua scelta, purché corrispondenti alle finalità della Società.

Art. 13

Per l’iscrizione all’ordine del giorno delle comunicazioni il titolo deve essere inviato al Segretario almeno trenta giorni prima della riunione. L’ordine del giorno dovrà essere spedito ai Soci almeno dieci giorni prima della Seduta. In caso di convocazione d’urgenza questo termine potrà essere ridotto anche a 24 h.

Art. 14

Nel caso che le comunicazioni siano pubblicate dai Soci, ad essi è fatto obbligo di indicare che l’argomento è stato oggetto di comunicazione alla Società Napoletana di Chirurgia.

Art. 15

Il presente Regolamento potrà essere modificato mediante approvazione in prima convocazione dalla maggioranza dei Soci, ed in seconda convocazione dalla maggioranza dei presenti in Assemblea.


Ecco una pagina del regolamento

regoaìlamento-300x212